Clinica

La Valutazione Neuropsicologica in Età Evolutiva

La valutazione clinica neuropsicologica dello sviluppo è un percorso che implica la sistematica raccolta di dati sulle abilità specifiche e generali per giungere a delle conclusioni sullo stato di sviluppo delle funzioni. La valutazione neuropsicologica è quindi un processo diagnostico mirato alla rilevazione e misurazione del funzionamento delle abilità cognitive e delle abilità specifiche. La valutazione neuropsicologica in un bambino in età scolare richiede un tempo variabile di 6/8 ore e pertanto è necessario suddividere il processo valutativo in almeno 2 giornate. Per quanto riguarda i bambini piccoli, considerato che i tempi di lavoro con i piccoli sono ridotti rispetto all’età scolare e che la diagnosi differenziale in questa fase di sviluppo può essere più problematica, è necessario prevedere un allungamento per il processo diagnostico.

Struttura

La valutazione clinica neuropsicologica si articola in tre fasi:

- una prima fase di Colloquio Anamnestico che si pone l’obiettivo di effettuare un primo inquadramento generale della situazione e di raccogliere informazioni relative alla storia pregressa e attuale di sviluppo del bambino;

- una seconda fase che consta della valutazione del bambino/ragazzo attraverso gli strumenti dell’osservazione e della somministrazione di prove strutturate

- una fase conclusiva con colloquio finale di restituzione in cui si forniscono alla famiglia i risultati della valutazione e delle osservazioni effettuate e si propongono strategie ed indicazioni di intervento.

Clinica per i DSA

Presso CentralMente è possibile ottenere una valutazione neuropsicologica completa concorde alle “Raccomandazioni per la pratica clinica” della Consensus Conference e alle Linee della Consensus Conference concordate tra le Società Medico-Scientifiche riconosciute ed emanate dall’Istituto Superiore di Sanità.